giovedì 12 maggio 2016

Ratatile al Fondo Verri



Venerdì 13, alle 19.00, al Fondo Verri, la presentazione di “Ratatile, la mostriciattoladi Paola Torsello. Intervengono Maurizio Daggiano, counsellor Gestalt e filosofo e Mauro Marino.

Un opera di Paola Torsello

Paola Torsello non si definisce un'artista ma una creativa. Le sue Ratatile (ragnatele), che lei chiama scarabocchi dissociativi, sono un filo nero di penna che de-scrive trame, grovigli e corpi;
un tracciato simbolico dell'in-espressività sociale; un gesto decorativo che narra incontri con stati d'animo ed emozioni, a cui restituire una forma.

“In un epoca come questa,afferma, “in cui quasi tutto esprime assenza di consapevolezza, diventa bisogno sovvertire alcune posizioni morali e culturali;
ri-appropriarsi del diritto alle attività creative, quindi interiori e relazionali;
accogliere emozioni, narrare esistenze.

Le sue esperienze personali e lavorative, la formazione in Gestalt di orientamento fenomenologico-esistenziale, l'incontro con Nicola Valentino di “Sensibili alle foglie” che cura testi e ricerche sulle diverse espressioni sociali-istituzionali, hanno consentito a Paola di coniugare un atto estetico come il disegno, ad un qui e ora scarabocchiografico.

Paola Torsello ha svolto studi artistici, sanitari e la scuola di Counselling Gestalt.
Ha una formazione sull'analisi istituzionale e la socioanalisi narrativa, una metodologia di ricerca sui gruppi sociali, le istituzioni, le organizzazioni. È tutor e ideatrice di laboratori emozionali in ambiti sociali e sanitari; svolge grafica indipendente, scrive poesie e racconti e la professione di counsellor, dove pratica relazione d'aiuto e creatività.

Nessun commento:

Posta un commento