mercoledì 11 marzo 2015

Pasca e Castronuovo al FV





Giovedì 12 marzo, dalle 19.00, due i titoli della serata, per “I libri di marzo” al Fondo Verri.
Francesco Pasca racconta e legge “Lisa – Appunti per un viaggio con il viandante e i suoi colori” edito da Musicaos:Ed. Leonardo e la sua Monna Lisa, il ritratto più celebre al mondo. A seguire Paolo Castronuovo presenta “Streghe ignifughe”, Lupo editore che sarà introdotto da Elio Coriano. Un percorso attraverso generi e sperimentazioni letterarie

 
La copertina del libro di Francesco Pasca


Quello di Francesco Pasca è “un viaggio affascinante nella pittura e nell’arte di Leonardo da Vinci e del suo capolavoro, un percorso con cui Francesco Pasca unisce l’odierno al passato, attingendo alla cosmologia, alla narrazione, dalla storia dell’arte al presente. “All’interno di un accurato equilibrio formale, Pasca elabora un’oscillazione fra tempo presente e tempo passato, una dialettica tra l’oggetto e il soggetto della Storia, tra il senso che scorre sotterraneo e quello che si manifesta.” Così scrive nella prefazione di Antonio Errico.
Francesco Pasca è nato a Sanarica provincia di Lecce l’11 di giugno 1946. Si dedica dal 1980 alla progettazione del linguaggio poetico-visivo detto della Singlossia nel racconto. Nel 1979 aderisce al manifesto della Singlossia voluto dalla semiologa Rossana Apicella e con lei ne cura la stesura dando luogo alle numerose iniziative dette della stagione post-poetica visiva, dei gruppi poetici nazionali, degli underground ’80. Nel 2005 ha pubblicato, “Parole sparse – se i pensieri affollano la mente è utile…” (Editrice 5Emme), per la Editrice Il Raggio Verde ha pubblicato nel 2008 “Otranto – il Luogo delle parole – dialogo virtuale sulla scrittura di pietra” e nel 2009 “EU-Tòpos – mi disegni una parola? – la parola nominata”. Nel 2011 ha pubblicato “Il Gesto – Giano: idea di fili senza spessore” per Lupo Editore. Nel 2013 ha pubblicato “L’a-Thea (l’Uomo di Nazareth)” Editrice Il Raggio Verde.
 
La copertina del libro di Paolo Castronuovo

A seguire Paolo Castronuovo con “Streghe ignifughe” per Lupo editore che sarà introdotto da Elio Coriano. Un percorso attraverso generi e sperimentazioni letterarie “… Teo, scrittore in via d’estinzione; F.J., criminologo emblematico e tuttologo dei poveri; Cindy, prostituta di bassa periferia; Alex, affascinante tossica lunatica, e altri personaggi misteriosi, si fanno strada narrandosi in prima persona, sciogliendosi in un unico mondo surreale all’insegna di visioni oniriche e soffocanti. Attori di una vita disordinata e fuori dal comune che fa da padrona alle diverse chiavi di lettura che questo romanzo conserva nel suo piccolo spazio. Streghe Ignifughe non è solo un romanzo sotto forma di racconti, ma parte integrante di un infinito percorso letterario dell’autore che spazia dal noir al pulp, dallo splatter al decadentismo, dal beat al postmoderno, passando per l’autobiografico e soffermandosi sull’originalità di una prosa poetica e libera di schemi.
Paolo Castronuovo scrittore e poeta vive in Puglia. Tra le sue opere: Della Serie Labirinti, (StampaLibri 2009); Filo Spinato (Scorpione Editrice 2010); Ambaradan, Libro d’Artista a cura dell’autore (2012) composto da tre sillogi di poesia: Il Circolo dei Serpenti, Nero e Brandelli Stagionali. È in varie antologie prosastiche e poetiche a cura di Agorà (2011), Kimerik (2013), e in varie riviste online come Untitled Magazine, Helter Skelter. Tra premi e partecipazioni si è classificato primo alla prima edizione del concorso nazionale di poesia “Corpo di Donna 2011”

Nessun commento:

Posta un commento