giovedì 10 aprile 2014

La poesia, la voce, le mani



La scultrice Carmen Rampino modella un piccolo busto di Nietzsche


Venerdì 11 aprile, dalle 19.30, “D’abissi e rinascite” al Fondo Verri
La poesia di Eliana Forcignanò

Eliana Forcignano


"La poesia, la voce, le mani" è il titolo della serata che venerdì 11 aprile avrà luogo al Fondo Verri di Lecce, dalle 19.30, un incontro tutto dedicato al “fare poetico”. Ad ispirare la voce e le azioni dell’attrice Angela De Gaetano, le opere in cartapesta di Carmen Rampino e le opere pittoriche di Stefania Scaccianoce i versi di Eliana Forcignanò tratti dalla silloge “D’abissi e rinascite” pubblicata nel Magazzino di poesie di Spagine, periodico on-line di informazione culturale del Fondo Verri. Eliana Forcignanò, poetessa e prosatrice, è nata nel 1983 a Lecce ove tuttora risiede. Laureata in Storia della Filosofia, è attualmente iscritta all’Albo dei pubblicisti di Puglia: si dedica al giornalismo, collaborando con varie testate locali, da quando aveva diciotto anni, e alla scrittura creativa da sempre. Ha esordito nel 2007 con “Fiabe come rondini “(Lupo editore) e nel 2011 ha pubblicato “Fiato Corto” per LietoColle Libri. Nel 2008 ha conseguito un master di II livello in “Prevenzione e cura del disagio minorile attraverso le nuove tecnologie”. S’interessa di letteratura, psicologia, sociologia. Un suo saggio sull’antipsichiatria nel Sessantotto è apparso nel bollettino del Centro Italiano per la Ricerca Storico Educativa di Firenze.

Nessun commento:

Posta un commento