mercoledì 23 aprile 2014

La Notte Bianca di Lecce, tre appuntamenti per Vittorio Bodini






Notte Bianca 2014
Omaggio a Bodini

Cento anni fa, il 6 gennaio 1914 nasceva a Bari, da genitori salentini, Vittorio Bodini. La voce del poeta ha attraversato il tempo giungendo fino a noi e rinnovando sempre l'interrogazione sulla natura enigmatica e "misterica" della nostra terra. La notte bianca di Lecce gli dedica, giovedì 24 aprilwe tre appuntamenti a cura di Lecce 2019, Fondo Verri e Prosarte.
Vittorio Bodini fu poeta del Salento, voce dell’Europa e del Mediterraneo. Il Barocco leccese vive e si rafforza nella lezione poetica di Bodini. I cortili, le strade della città come le case bianche di calce della provincia  sono diventate materia viva, eterna, nella sua riflessione poetica. Le campagne ordinate nei muri a secco, le terre disegnate nel verde dei filari delle vigne trovano esaltazione nei suoi versi. La vita lenta e semplice dei borghi rurali, come “Cocumula”, diventano oggi ispirazione, forza innovativa di grande interesse e possiamo affermare che Bodini fu iniziatore di un modello culturale attento al paesaggio rurale, ai suoi tempi, alle sue consuetudini: quello oggi sperato nelle proposizioni del Bid Book di Lecce 2019. Amò la Spagna, Vittorio Bodini e lì trovò  il suo Salento, la forza per interpretarlo… Lecce, candidata a divenire nel 2019 Capitale Europea della Cultura, deve trovare nell’incontro con la poesia e con i poeti le leve necessarie per muovere il cambiamento per trasformare la città in un luogo del pensiero e del fare di una comunità coesa e convinta della sua peculiarità.
Il “Tu non conosci il sud…” del poeta Vittorio Bodini è l’invito migliore a re-inventarci senza perdere il piacere di scoprire i sapori della nostra terra della sua millenaria tradizione…
Tre appuntamenti:

Alle 19.00, Casa Eutopia, in via Federico d'Aragona, 1, “Letture al buio”, la poesia di Vittorio Bodini trascritta in braille letta da Luigi Mangia.

Dalle 20.00, al Fondo Verri, in via Santa Maria del Paradiso, 8, Il Sud ci fu padre e nostra madre l'Europa” Sulle rotte di Vittorio Bodini. Prologo a cura di Antonio Lucio Giannone. Letture a cura di Simone Giorgino, Piero Rapanà e Mauro Marino.

Dalle 22.00, Prosarte, in via Scarambone, 36, “Controcanto Allucinazioni poetiche per Vittorio Bodini”. A cura di Mino Castrignanò. 

Negli spazi del MuSt - Museo Storico di Lecce, la mostra: “Vittorio Bodini – Un uomo condannato al coraggio” a cura del Centro Studi Vittorio Bodini e di Antonio Minelli.


Nessun commento:

Posta un commento