sabato 15 luglio 2017

La musica di Voltastella



Mercoledì 12 luglio, si è tenuto - dopo una residenza di cinque giorni - al Fondo Verri il concerto "Centauro" di Voltastella.

La vita nelle corti italiane del Trecento. La capacità dei trovatori di improvvisare la musica sulla poesia. Il racconto che rallegra la vita e solleva lo spirito. La poetica contemporanea di un mondo immaginario o forse solo perduto.
Voltastella ha l’ardire di unire due epoche storiche molto lontane tra loro, ma unite dalla magia della parola e dalla catarsi della musica. Vi presentano dunque degli estratti dal racconto Centauro del Premio Nobel per la Letteratura José Saramago alternati a musiche polifoniche dell’Ars Nova Italiana di autori come Jacopo da Bologna, Francesco Landini, Nicolò da Perugia e molti altri.
Voltastella è un ensemble formatosi a Lecce nel 2015 che lavora specificamente con il repertorio medioevale. Per questa serata, nella formazione con Kairi Kosk (voce e direzione), Matteo Magna (salterio, percussioni e voce) e Teodora Tommasi (arpa, flauti e voce). Le musiche sono state trascritte da Kairi Kosk dai Codici originali del XIV secolo.

L'autrice dell'immagine è Giulia Landonio (www.giulialandonio.com) e autore della locandina è Marco Nastasia di Macete Creative Company (https://www.facebook.com/marco.nastasia.1)

Nessun commento:

Posta un commento