venerdì 5 maggio 2017

Albume di Ciccio Zabini al Fondo Verri








EccoAlbume”, il primo album del cantautore Ciccio Zabini
domenica 7 maggio lo showcase a Lecce (11.30, al Fondo Verri)
e il concerto a Porto Badisco (alle 19.00, al Bar da Carlo)

Domenica 7 maggio il cantautore leccese Ciccio Zabini presenterà al pubblico il suo primo album di canzoni inedite, “Albume”.
L’esordio discografico, che già gode di buone recensioni su alcuni importanti periodici musicali, è composto da dieci canzoni. Zabini più che un narratore appare un fotografo, o un mosaicista. Il “senso” di ogni canzone appare alla fine dell’ascolto, e spesso non è troppo a fuoco. Sono canzoni fatte di immagini giustapposte, in cui tempi e ambientazioni risultano sempre poco definiti. I suoi testi sono spesso criptici, aperti a molteplici interpretazioni. Gli arrangiamenti, semplici ma ponderati, sembrano studiati per dare il valore giusto ad ogni parola.
L’atmosfera generale del disco è stata efficacemente tradotta in segno grafico dai magici pastelli di Chiara Spinelli, giovane illustratrice leccese, i cui disegni impreziosiscono l’album.
Tra le dieci tracce ce n’è una, Il furto di/vino, che è una poesia di Agrippino Costa musicata da Zabini. Agrippino, recentemente scomparso, ha scontato 20 anni di carcere, durante i quali è riuscito a non ammalarsi di follia grazie alla produzione poetica.
Ciccio Zabini presenterà “Albume” in due sedi diverse.
La prima è il Fondo Verri di Lecce, storica associazione culturale molto attiva nel capoluogo e da sempre attenta a tutte le espressioni artistiche legate alla parola. L’appuntamento al Fondo Verri, insolito, è alle 11.30 del mattino per lo showcase
La seconda presentazione avverrà invece presso il Bar da Carlo di Porto Badisco, alle 19.00.
In entrambi gli incontri Zabini sarà accompagnato da tutti i musicisti che hanno preso parte alla registrazione dell’album, professionisti molto attivi nella scena locale e nazionale: Stefano Rielli (contrabbasso), Francesco Pellizzari (batteria), Francesco Massaro e Mariasole De Pascali (fiati), Valerio Daniele e Massimo Donno (chitarre).


Nessun commento:

Posta un commento