martedì 20 dicembre 2016

La XVI edizione degli incontri di Natale e Capodanno del Fondo Verri



Le Mani e l’Ascolto
Incontri tra parole e suoni al Fondo Verri - XVI edizione
Dal 22 dicembre 2016 al 8 gennaio 2017 - Inizio ore 19.30
 
Un'illustrazione di Benedetta longo per Le Manie e l'Ascolto



La rassegna è realizzata con il sostegno dell’Associazione Presidi del Libro
dell’Assessorato alla Cultura della Città di Lecce
Si ringrazia MERICO Pianoforti e Cantina BONSEGNA Nardò

Al via, giovedì 22 dicembre, “Le Mani e l’Ascolto incontri tra parole e suoni intorno al pianoforte ospite straordinario della saletta dell’Associazione Culturale Fondo Verri – Presidio del Libro di Lecce – la rassegna che si protrarrà fino all’8 gennaio 2017, giunge alla sedicesima edizione. Un appuntamento ormai consueto nel cartellone che l’Amministrazione Comunale di Lecce promuove per le festività del Natale e del Capodanno.
Le Mani e l’Ascolto rinnova di anno in anno il desiderio di costruire avventure sonore proponendo repertori che hanno il far musica come elemento di guida e di raccordo delle performance, pretesto di incontri, scambi, creazioni, in una tensione di ricerca che attraversa i generi, i modi d’espressione: l’arte con le sue con-fusioni esistenziali e con il rigore che interviene a fare stile, segno, lingua. Cornice della rassegna sarà la mostra delle illustrazioni di Benedetta Longo realizzate per la fiaba “La formula dell’alchimista” di Micole Imperiali edita dalla casa editrice napoletana “ad est dell’equatore”. Una fiaba sull’amore per tutte le età: un vecchio saggio e i suoi studi alchemici alla ricerca di una formula che stabilmente realizzi l’amore.

Protagonisti della rassegna: Benedetta Longo - Micole Imperiali - Antonio Fuso - Stefano Guarascio – Fernando Greco - Valentina Perrone - i poeti delle antologie di “Parole Sante” - Roberto Gagliardi - Daniele Dell’Anna - Donatello Pisanello - Lamberto Probo - Marco Rollo - Alceste Ayroldi - Giuseppe Calogiuri - Gianluca Conte, - Luigi Mariano - Marcello Buttazzo - Alessio Lega - Guido Baldoni - Rocco Rosignoli - Giuse Alemanno - Fabrizio Piepoli - Giorgia Santoro - Adolfo La Volpe – Giuseppe L. Fioschi - Rocco Boccadamo - Angelo Mastronardi - Emanuele Coluccia - Stefano Rielli - Alex Semprevivo

***

Il 22 dicembre l’apertura tutta dedicata alla poesia e alla “classicità” con la presentazione del libro “Osip Mandel’štam dal Gerundivo” di Antonio Fuso regista e drammaturgo salentino da anni attivo a Brescia con la compagnia “Scena sintetica”. La musica sarà quella tratta a “Haydn Ravel Liszt - Busoni" disco d’esordio edito da Workin’ Label del talentuoso pianista salentino Stefano Guarascio, pubblicato dall’etichetta discografica Workin’ Label; guida all’ascolto a cura del critico musicale Fernando Greco.

Il 23 dicembre, il libro, “Un caffè in ghiaccio con il latte di mandorla” di Valentina Perrone, Edizioni Esperidi. Undici percorsi di vita di donne coraggiose che si imbattono nel dolore e nella prova ma che, unicamente grazie al loro coraggio, riescono a rinascere e continuare a vivere e a viversi. La musica sarà quella degli Aedo, un percorso musicale strettamente ispirato alle radici del suono, al canto popolare e al teatro-canzone.

Il 27 dicembre in scena i poeti delle antologie di “Parole Sante”, edizioni Kurumuny - L’orto dei Turat:la prima “Parlava a pietre una sull’altra” pubblicata nel 2015, la seconda “Versi per una metamorfosi” del 2016. La musica sarà affidata al sax di Roberto Gagliardi e al pianoforte di Daniele Dell’Anna. Ospiti speciali della serata i musicisti Donatello Pisanello e Lamberto Probo.

Il 28 dicembre la presentazione - alla presenza dell’autrice Micole Imperiali e dell’illustratrice Benedetta Longo - de “La formula dell’Alchimista” edizioni “ad est dell’equatore”. A seguire il pianoforte di Marco Rollo con Fluid prima prova da solista del compositore salentino, pianista, amante dell’elettronica dei suoni campionati, del computer programming e delle melodie mediterranee.

Il 29 dicembre una serata tutta rock con il critico musicale Alceste Ayroldi in veste di Dj che presenta The Doors in direzione del prossimo whiskey bar di Giuseppe Calogiuri, (I Quaderni del Bardo). La musica sarà quella del pianoforte di Mauro Tre.

Il 30 dicembre, il libro della serata è “Universo Minimo” raccolta di versi di Gianluca Conte, primo titolo della collana Poesia di Alimede. A seguire Luigi Mariano presenta “Canzoni all’angolo”, undici intense tracce che raccontano l’energia segreta della sua anima più rock. La rabbia, la disillusione amara, il sarcasmo o l’autoironia dei brani più ritmici e movimentati fanno da solida cornice musicale “reattiva” ad emozioni più morbide e struggenti, che trovano sfogo in ballate malinconiche e nostalgiche, autentiche gemme senza tempo, che toccano il cuore e restano dentro a lungo.
***
Il 2 gennaio ad inaugurare la stagione letteraria 2017 la poesia in scena con i versi di Marcello Buttazzo raccolti in “Origami di Parole” per Luca Pensa Editore.
Il 2, 3, 4, 5, 6 gennaio, la musica sarà quella di Alessio Lega, Guido Baldoni e Rocco Rosignoli con “Vinili, l’ascolto perduto”. “Vinili” seleziona dieci LP dei massimi autori, usciti fra il 1970 e il 1980, presentandone l’esecuzione integrale dal vivo, adeguandone gli arrangiamenti all’essenzialità e alla ricchezza del duo chitarra, fisarmonica (alternata al pianoforte) e voce. Un lavoro impegnativo e godibilissimo, l’occasione di risentire questi dischi dal vivo – tanti capolavori, concentrati in una sola serie di concerti – è unica. I dieci LP eseguiti integralmente dal vivo sono: “La Buona Novella” di Fabrizio de André, “Radici” di Francesco Guccini, “Ci vuole un fiore” di Sergio Endrigo, “Quelli che” di Enzo Jannacci, “Com’è profondo il mare” di Lucio Dalla, “Disoccupate le strade dai sogni” di Claudio Lolli, “Nuntereggaepiù” di Rino Gaetano, “DE GREGORI (Generale)” di Francesco de Gregori, “Agnese dolce Agnese” di Ivan Graziani e “Sono solo canzonette” di Edoardo Bennato.

Il 7 gennaio in scena lo scrittore Giuse Alemanno che presenta "Tre dialoghi ed una comica finale" (Edizioni Città Futura – I libri di Icaro) una raccolta di brevi drammaturgie, corti di teatro. A seguire La Cantiga de la Serena progetto rivolto al recupero ed alla rielaborazione della musica antica del bacino del Mediterraneo, vero e proprio ponte culturale tra Occidente e Oriente.
In scena: Fabrizio Piepoli voice, santur, shruti box, tar; Giorgia Santoro flute, bass flute, piccolo, bansuri, voice, castanets, cymbals; Adolfo La Volpe oud, cittern, saz, indian harmonium.

L’8 gennaio a chiusura della rassegna due nuove edizioni di Spagine con Giuseppe Luigi Fioschi che legge da “Il coraggio di cambiare” e Rocco Boccadamo con la raccolta di racconti “Luca e il bancario”. A seguire la presentazione di “New Things, Same Words” il nuovo disco del pianista Angelo Mastronardi accompagnato da Emanuele Coluccia al sax tenore e soprano, Stefano Rielli al contrabbasso e Alex Semprevivo alla batteria. Prodotto dall’etichetta discografica GleAM Records.

***

Il Fondo Verri è a Lecce, in via Santa Maria del Paradiso 8°, nei pressi della Chiesa del Rosario, Porta Rudiae.

Nessun commento:

Posta un commento