sabato 30 luglio 2016

Luoghi d'Allerta a Copertino



Secondo appuntamento a Copertino nei luoghi di Santa Maria di Casole - domenica 31 Luglio dalle 20.30 - per l’undicesima edizione di Luoghi d’Allerta visite e itinerari di spettacolo promossi dall’Associazione Culturale Fondo Verri (Presidio del libro di Lecce).

Santa Maria di Casole
Piccole avventure, dedicate all’attenzione, cammini fatti di parole, di visioni, di silenzi e di stupore.
Un’esperienza di “itineranza” che, per sua natura, non ha mai voluto cedere alla “logica dei grandi eventi”, preferendo praticare una strategia di stretto contatto tra artisti, pubblico e territorio, tutti co-autori dell’accadere in un’azione comune. Un atto di poesia, in cui i luoghi e chi li abita si fanno attori di un racconto in divenire, costruito camminando per borghi, tratti di costa, vecchie masserie, castelli e centri storici, per celebrare il Salento, la sua bellezza, la sua storia, il suo essersi scrollata di dosso il “rimorso” pur rimanendo terra onirica, di incanto e malinconia. 

La locandina di "Che fortuna sono qui!"
Ad accogliere il nostro cammino poetico domenica 31 Luglio dalle 20.30 è un luogo sospeso nel tempo: la chiesa di Santa Maria di Casole, nelle campagne di Copertino, con i suoi spazi verdi e i resti del suo convento. Pietre intrise di storie da raccontare: a farlo saranno il nostro storico cicerone, professor Maurizio Nocera, lo scrittore filosofo e critico letterario Antonio Prete e Cosimo Franco, presidente dell’associazione di volontari dedicata a Fra’ Silvestro Calia, la cui celletta affrescata è ancora visibile tra i ruderi di questo suggestivo sito.
Subito dopo la visita, i versi dei poeti Dino Campana, Antonio Verri, Vittorio Bodini, Edoardo De Candia, Mariangela Gualtieri e Salvatore Toma riprendono voce nello spettacolo teatrale “Che fortuna sono qui!”, in scena con Piero Rapanà, il musicista Roberto Gagliardi.
Ingresso gratuito.
La serata rientra nel cartellone estivo del Comune di Copertino “Io che amo solo te” curato dall’Assessore alla Cultura Cosimo Lupo.

Info: Piero Giovanni Rapanà327/3246985

Nessun commento:

Posta un commento