mercoledì 17 dicembre 2014

Le Mani e l'Ascolto quattordicesima edizione!




Fondo Verri - Presidio del Libro Lecce
Iniziativa promossa da Regione Puglia Assessorato al Mediterraneo
Artigiana – La casa degli autori
Progetto 2014-2016 - Programma delle attività culturali della Regione Puglia


LeMani e l’Ascolto_014/015 XIV edizione
Incontri con il pianoforte tra parole e suoni

Nelle serate il vino della Cantina Bonsegna di Nardò

27 dicembre, dalle 19.30: Stefania Diedolo, Max Vigneri e Giuseppe Josh Chiriatti
In apertura di serata Stefania Diedolo che presenta “Bocca di Lupa”, pubblicato da Edizioni Brancato nella collana Inkwell. Una saga familiare lunga e dolorosa dove i misteri ed i segreti di tutta una vita verranno svelati grazie alla forza dell'amore ed alla consapevolezza che la realtà, guardata fissamente, è insopportabile. La musica della serata sarà quella del cantautore Max Vigneri accompagnato da Giuseppe Josh Chiriatti.
28 dicembre, dalle 19.30: Elio Coriano, Stella Grande, Vito Aluisi.
Protagoniste della serata le vite, l’umiltà e l’orgoglio di un Salento ormai remoto ma non dimenticato… Elio Coriano presenta accompagnato dalla voce di Stella Grande e dal pianoforte di Vito Aluisi, “A nuda voce. Canto per le tabacchine”, raccolta di versi che inaugura la collana di poesia di musicaos:ed..
29 dicembre, dalle 19.30: Maria Antonietta Ingrosso, Raffaele Vasquez, Mauro Tre
L’autrice ospite della serata è Maria Antonietta Ingrosso con “Quale poesia” raccolta di versi edita da Sensibili alle foglie. “Livida è la notte nell’inferno del mondo” recita il sottotitolo dell’opera che accoglie una poesia nata dall’indignazione che immediatamente spinge all’agire, alla lotta. La musica della serata è quella delle canzoni di Raffaele Vasquez reduce dal concorso “Mia Martini” dove si è aggiudicato il riconoscimento per l’originalità e l’eclettico pianismo di Mauro Tre.
30 dicembre, dalle 19.30: Luigi Saccomanno con Ilaria Pellegrino, Roberto Esposito
Ad aprire la serata Ilaria Pellegrino che presenta Luigi Saccomanno autore di “Scrittori brutta razza” per Lupo editore. Un romanzo che affronta con una lingua originale il tema della scrittura dando anche uno sguardo irriverente alla triste realtà del mondo editoriale in cui come spesso accade molti scrittori sviliscono la loro opera e scendono a compromessi con il marketing per rincorrere il successo.
A seguire il pianista Roberto Esposito presenta “The Decades” disco prodotto dall'etichetta Workin’ Label curata da Irene Scardia.
2 gennaio, dalle 19.30: Raffaele Costantini con Francesco Pasca, Poetèmodì
Il libro della serata è "Otto minuti" di Raffaele Costantini da Lupo editore che sarà presentato da Francesco Pasca. Un piccolo borgo, al confine tra il reale e l’immaginario. Le storie del quotidiano si nutrono di congetture sulla ‘Fine’ che, presentita come l’arrivo degli alieni o la seconda venuta di Cristo, non tarderà a divenire per tutti una certezza. Per la musica in scena “Le Poetèmodì” un mix di dolcezza e violenza, di linee melodiche fluttuanti e distorte, poesia e musica. I componenti sono Salvatore De Stradis, Vincenzo Diviggiano, Salvatore Carrasca, Antonio Cristiano Nigro e Marilina De Stradis.
3 gennaio, dalle 19.30: Clara Romita, Emanuele Coluccia
La diciannovenne cantautrice leccese Clara Romita con il suo Ep di esordio, pubblicato dall’etichetta pugliese Workin’ Label e distribuito da Ird, apre la serata. Cinque canzoni originali scritte da Clara di getto nel 2013. A seguire Emanuele Coluccia presenta “Volo” cd in piano solo edito da Workin’ Label. I brani che compongono l’opera sono frutto di una sessione compositiva estemporanea avvenuta nel 2006.
4 gennaio, dalle 19.30: Pierpaolo Lala “Non sono un cantautore” IV edizione.
Dopo il grande insuccesso delle prime tre edizioni torna anche quest'anno "Non sono un cantautore" inutile concerto che vedrà sul palco del Fondo Verri di Lecce un cantante e chitarrista fallito esibirsi con alcuni musicisti bravi (non tutti ovviamente). Pierpaolo Lala, giornalista con la sordina, sarà affiancato da alcuni ospiti prestigiosi come Marcello Zappatore, Giuseppe Pezzulla, Luigi Bruno, Mauro Tre, Alessandra Caiulo. A grande richiesta tornerà sul palco Daniele De Luca con il suo spazio dedicato alla poesia della musica italiana. Tra gli ospiti anche Andrea Baccassino.
5 gennaio, dalle 19.30: Antonello Giurgola, Ebani del Salento
Il libro che apre la serata è Negroamaro di Antonello Giurgola per le Edizioni Città Futura. L’amicizia, l’adolescenza, il senso di colpa, la fuga nell’oblio dell’alcol. La storia di due ragazzi complici di un omicidio, sentito come giusta vendetta nei confronti di un depravato e rivolta contro la società che non solo accetta, ma premia i corrottiLa musica è quella degli “Ebani del Salento, un quartetto di clarinetti Rocco Causo composto da Rocco Causo, Prabul Giacomo Pascali, Luigi Caputo, Davide Notaro.
6 gennaio, Rocco Boccadamo, Gabriele Leopizzi, Giorgia Santoro
In apertura di serata letture da “L’asilo di donna Emma. Lettere ai giornali e appunti di viaggi”  di Rocco Boccadamo. A seguire poesie di Gabriele Leopizzi tratte da “Fari e Meridiani” edito da Morea. La musica quella di Giorgia Santoro in DéJà VU è un viaggio in una dimensione in cui sogno e realtà, ricordo e immaginazione si incontrano sino a con-fondersi. Gli strumenti ne ripercorrono il linguaggio psico-emotivo: durante l’improvvisazione, filo conduttore di tutto il progetto, riaffiorano antichi canti dal fascino ipnotico che si con-fondono con suoni contemporanei.
E’ come se la Musica raccontasse l’incontro inconsapevole di epoche lontane accomunate dal linguaggio dei suoni.

Nessun commento:

Posta un commento