martedì 3 giugno 2014

I Gasteropodi



 
Una fotografia di Vincenza Sava

Le fotografie di Vincenza Sava al Fondo Verri

Otto fotografie, otto sguardi sui Gasteropodi, le lumachine di terra o cuzzeddhre e dintorni….
È nelle cose semplici che si rivela il bello...

Il 5 giugno, alle 19.30 si inaugura la mostra fotografica “Gasteropodi ”, della giornalista Vincenza Sava, presso l’Associazione culturale Fondo Verri in via Santa Maria del Paradiso n. 8, a Lecce.
Quelle in mostra sono una serie di fotografie sui molluschi detti Euparipha pisana, singolari Gasteropodi fotografati mentre sono ancorati con la loro bava e il loro guscio ad un tino. Essi sono caratteristici della nostra tradizione e cucina mediterranea. L’autrice sceglie di fotografarli mentre sono raggruppati ai bordi di un contenitore disposti a spirale e sembrano tanti medaglioni. 

Vincenza Sava

Con questi fotogrammi, Vincenza Sava sottolinea l’importanza dell’osservazione: “Facendo una passeggiata o anche esaminando un soggetto particolarmente bizzarro si può trovare l’immagine perfetta, quello scatto fotografico che nella sua unicità si fa ricordare con quell’angolazione diversa che fa la differenza. E se è importante cosa si fotografa lo è ancora di più il come. Ho cercato di trovare il punctum, quello di cui parla Roland Barthes ne “La camera chiara” dando risalto a particolari e dettagli. Per un fotografo, ma anche nella vita più in generale, sarebbe opportuno guardare il mondo circostante con lo sguardo rivolto alla ricerca del particolare, è nelle cose semplici che si rivela il bello. Si può anche guardare ciò che è consueto con uno spirito nuovo per riscoprire nuovi orizzonti, dove la realtà può diventare più variegata della fantasia. Le foto per essere interessanti anche se scattate nella monotonia della routine, devono essere frutto di un’intuizione del fotografo che trova talvolta l’armonia nell’eleganza del soggetto qualunque esso sia e riesce a regalare sensazioni e sentimento”.

Nessun commento:

Posta un commento