sabato 20 agosto 2016

Luoghi d'Allerta nel giardino megalitico di Giurdignano


Il menhir di San Paolo


Nuovo appuntamento per Luoghi d’Allerta, visite e itinerari di spettacolo proposti dal Fondo Verri – Presidio del libro di Lecce; si torna a camminare, domenica 21, nel giardino megalitico più esteso d’Italia, dolmen e menhir nella pace delle campagne di Giurdignano. Il canto dei grilli e delle cicale, il profumo della terra rossa e dei fichi, il brusio argentato delle foglie degli ulivi guideranno i visitatori alla scoperta di questo specialissimo luogo d’allerta, sul tappeto di storie e aneddoti raccontati dallo scrittore Maurizio Nocera.
Con le leggende sussurrate dalle “sacre pietre” gli interventi dei Piccoli Tamburellisti di Otranto; di Giorgia Santoro con i suoi “Déjàvu”; dell’attore Renato Grilli che presenta “Alle Due Coppe a Demetra a Dioniso e a Gea la madre terra .Inni Omerici VI  sec. a.C.”; del cantastorie Salvatore Brigante con la sua performance “Il brigante pensatore tra colori note e poesia” e il duo composto da Leone Marco Bartolo e Julia Puretti con canti e impressioni sugli estremi meridionali, “dove il sole non è solo cuore e amore, e per dire no si schiocca la lingua”. 
L’appuntamento è organizzato dal Fondo Verri in collaborazione con il Comune di Giurdignano.
L’inizio della visita all'ingresso del percorso megalitico alle 20.30.
Ingresso libero. Info: 327/3246985 (Piero Giovanni Rapanà)

2 commenti:

  1. Il nome del Prof. Lezione di Storia! Non lo citate!

    RispondiElimina
  2. Maurizio Nocera? O c'era qualcun'altro a raccontare? Io purtroppo non c'ero quindi non posso essere testimone di quanto è accaduto... ma il narratore di storie delle visite è maurizio Nocera che è citato nel post...
    MMarino

    RispondiElimina