mercoledì 25 febbraio 2015

Omaggio a Paco De Lucia






Martedì 24 febbraio, si è tenuto al Fondo Verri - in via Santa Maria del Paradiso 8 a Lecce – omaggio al Flamenco e ad uno dei suoi massimi interpreti Paco De Lucia nel primo anniversario della morte del grande chitarrista avvenuta in Messico il 25 febbraio 2014. Nella serata la proiezione di alcune parti del bellissimo film musicale "Carmen Story" di Carlos Saura, tratte dalla versione originale e integrale, sonorizzata dalle “corde” di Paco De Lucia.
La serata sarà aperta dalla lettura - a cura di Mattia Politi - di una nota biografica su Paco De Lucia e da due brani di flamenco a lui dedicati dal compositore chitarrista Massimo "Max" Mura dal titolo "Omaggio" e "Requiem Flamenco".
***
Francisco Sánchez Gómez, in arte Paco de Lucía, nacque ad Algeciras, in provincia di Cadice, il 21 dicembre 1947. Il nome d’arte Paco è il diminutivo di Francisco Franco e il cognome de Lucia è in onore della madre, Lucia Gomez. Immerso nella cultura flamenca fin dalla nascita, de Lucia inizia ad apprendere a suonare la chitarra a cinque anni dal padre Antonio Sanchez e dal fratello Ramon de Algeciras, entrambi chitarristi di flamenco. Il suo maestro è stato il chitarrista Niño Ricardo (Manuel Serrapi Sanchez) e tra i suoi parenti lo zio Sabicas (Agustin Castellon Campos) è anch’egli un noto chitarrista. A soli 11 anni de Lucia abbandona la scuola per dedicarsi completamente alla chitarra e si esibisce per la prima volta in pubblico, ospite di una radio locale. Tre anni dopo insieme al fratello Pepe, forma il duetto «Los Chiquitos de Algeciras». Nel 1962 si trasferisce a Madrid con la famiglia e poi parte per gli Stati Uniti per il suo primo tour con il fratello. Nel 1965 de Lucia avvia una serie di collaborazioni musicali con vari artisti: fra gli altri Ricardo Modrego e A. Ferna’ndez Diaz Fosforito con il quale incide la «Seleccion Antologica del Cante Flamenco». Nel 1967 incide il suo primo album da solista «La fabulosa guitarra de Paco de Lucia». L’anno successivo avviene l’incontro con il cantante Camaron de la Isla con il quale inciderà ben 12 album. La lunga serie di concerti e il successo ottenuto gli permetterà arrivare a suonare il 18 febbraio 1977 al Teatro Real di Madrid, dove fino ad allora non si era mai esibito un chitarrista di flamenco. Nella metà degli anni settanta de Lucia conosce e subisce l’influenza artistica di personaggi come Al Di Meola, John McLaughlin, Larry Coryell e Chick Corea. Nel 1977 si sposa con Casilda Varela. Nel 1980 incide con John McLaughlin e Al Di Meola «Friday Night in San Francisco» un album che a tutt’oggi ha venduto più di cinque milioni di copie. Nel 1981 con Ramo’n de Algeciras, Pepe de Luci’a, Ruben Dantas, Carles Benavent e Jorge Pardo incide un album rivoluzionario per la musica flamenca «Solo quiero caminar». Nel 1996 si riunisce dopo 13 anni con John McLaughlin e Al Di Meola con i quali inciderà «The Guitar Trio». Nel 1998 incide l’album «Luzia», dedicato alla madre scomparsa . Fra i premi ricevuti da Paco de Lucia spicca il Principe de Asturias nell’Arte.Il musicista spagnolo Paco de Lucia è morto a Cancún, in messico il 25 febbraio 2014, aveva 66 anni. Secondo il quotidiano spagnolo Abc il chitarrista, re del flamenco, ha avuto un attacco cardiaco mentre si trovava con la famiglia in Messico.

Nessun commento:

Posta un commento